• Italiano
  • English
  • Un alleato contro le frodi

    Grazie al DNA è possibile accertare l’identità e la purezza delle materie prime, verificare la
    composizione di prodotti finiti e lavorati ed individuare possibili contraffazioni.

  • La sicurezza prima di tutto

    Le analisi genetiche consentono di rintracciare in tempi rapidi la presenza di batteri o
    eventuali contaminazioni dannose per la salute.

  • Un valore aggiunto per il tuo prodotto

    Il consumatore odierno è sempre più consapevole ed informato.
    Saper comunicare la qualità e sicurezza
    dei propri prodotti è un fattore determinate nelle scelte d’acquisto.

Progetti e pubblicazioni

  • Progetti


    ALIMENTAZIONE E BIODIVERSITÀ

    PASSAPORTO BIOLOGICO DELLE ERBE

    Il progetto si propone di realizzare la prima Biobanca dedicata a piante spontanee e coltivate caratterizzate in modo univoco sfruttando la tecnologia del DNA Barcoding. FEM2-Ambiente, oltre alla tecnologia DNA barcoding, si occupa di realizzare il sistema informatico di interrogazione della banca dati. Il progetto vede la collaborazione di ZooPlantLab (Università degli Studi di Milano Bicocca) Università di Genova, Università di Cagliari, Orto di Cascina Rosa (Università degli Studi di Milano), Orto botanico dell’Università degli Studi di Palermo e numerosi altri centri di ricerca e di conservazione delle piante.

    BIOTECH PIANTE SARDE

    Progetto dedicato alla scoperta del valore nutraceutico e cosmetico di piante spontanee della Sardegna. Coordinato dall’Università degli Studi di Cagliari, il progetto vede un ruolo chiave di FEM2-Ambiente sia per la caratterizzazione, mediante marcatori molecolari del DNA, della variabilità genetica di determinate piante di interesse officinale e curativa, sia per lo studio di alcune loro proprietà benefiche insieme all’Università degli Studi di Milano.

    RICERCA SCIENTIFICA E BIODIVERSITÀ

    PROGETTO ESTINZIONE

    Collaborando con il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino, l’Università degli Studi di Padova, il MuSe Museo delle Scienze di Trento, FEM2-Ambiente vuole identificare e catalogare i reperti di vertebrati estinti e in via di estinzione, fornendo una chiave di lettura sui processi di estinzione e sulle azioni di disturbo biologico compiute dall’uomo.

  • Pubblicazioni


    DNA barcoding as a new tool for food traceability

    A. Galimberti, F. De Mattia, A. Losa, I.Bruni, S. Federici, M.Casiraghi, S. Martello, M. Labra
    Un’analisi critica delle reali potenzialità dell’analisi del DNA (DNA barcoding) come sistema per la valorizzazione della qualità degli alimenti e la tracciabilità di filiera.

    A DNA Barcoding Approach to Characterize Pollen Collected by Honeybees

    F. De Mattia ,I. Bruni, D. Scaccabarozzi, A. Sandionigi, M. Barbuto, M. Casiraghi, M. Labra
    Lo studio evidenzia come l’analisi del DNA (DNA barcoding) sia in grado di identificare i pollini bottinati dalle api. Questo ha un valore sia per la gestione dei territori (ruolo degli impollinatori), sia per la tracciabilità di alimenti come propoli e derivati del polline.

    DNA Barcoding as an Effective Tool in Improving a Digital Plant Identification System: A Case Study for the Area of Mt. Valerio, Trieste (NE Italy)

    I. Bruni, F. De Mattia, S. Martellos, A.Galimberti, P. Savadori, M. Casiraghi, P. Nimis, M. Labra
    Lo studio evidenzia come, usando le conoscenze di botanica classica (chiavi di identificazione) combinate con gli studi del DNA vegetali, sia possibile identificare con elevata efficacia qualsiasi specie.

    A multi-marker DNA barcoding approach to save time and resources in vegetation surveys

    F. De Mattia, R. Gentili, I. Bruni, A. Galimberti, S. Sgorbati, M. Casiraghi, M. Labra
    Lo studio ha lo scopo di dimostrare come, combinando marcatori del DNA diversi, sia possibile caratterizzare l’intera flora di un’area, incluse specie rare e poco note.

    DNA barcoding to analyse taxonomically complex groups in plants: the case of Thymus (Lamiaceae

    S. Federici, A. Galimberti, F. Bartolucci, I. Bruni, F. De mattia, P. Cortis, M. Labra
    Analisi di piante aromatiche. Lo studio mette in luce come, in taluni casi, l’analisi molecolare sia complessa e poco efficace.

    Emerging DNA-based technologies to characterize food ecosystems

    A. Galimberti, A. Bruno, V. Mezzasalma, F. De Mattia, I. Bruni, M. Labra
    Il DNA barcoding non è utile solo per identificare materie prime, ma anche per caratterizzare matrici alimentari complesse. Tecnologia e bioinformatica possono essere un elemento importante per l’ecosistema alimentare.

    DNA Barcoding for Minor Crops and Food Traceability

    A. Galimberti, M. Labra, A. Sandionigi, A. Bruno, V. Mezzasalma, F. De Mattia
    Il DNA fornisce un’impronta univoca anche per specie di nicchia, dalle quali si ricavano i prodotti locali che spesso hanno un notevole valore commerciale ma soprattutto sono rappresentativi di un territorio.

    DNA barcoding: theoretical aspects and practical applications

    M. Casiraghi, M. Labra, E. Ferri, A. Galimberti, F.De Mattia
    Le basi del DNA barcoding e le implicazioni pratiche.

    DNA barcoding: a six-question tour to improve users’ awareness about the method

    M. Casiraghi, M. Labra, E. Ferri, A. Galimberti, F. De Mattia
    Quali aspetti si nascondono nei processi di elaborazione dei dati molecolari. Il lavoro presenta le criticità e propone soluzioni tecniche concrete in merito ai sistemi di caratterizzazione molecolare.

    Identification of poisonous plants by DNA barcoding approach

    I. Bruni, F. De Mattia, A.Galimberti, G. Galasso, E. Banfi, M. Casiraghi, M. Labra,
    Le piante spontanee sono spesso ricche di composti velenosi: se accidentalmente ingerite provocano grandi rischi per la salute. Il DNA barcoding è uno strumento efficace per i centri antiveleni per verificare casi di intossicazione da piante.

    A comparative study of different DNA barcoding markers for the identification of some members of Lamiacaea

    F.De Mattia, I. Bruni, A. Galimberti, F. Cattaneo, M. Casiraghi, M. Labra
    Le piante aromatiche, le spezie commerciali e la loro tracciabilità lungo la filiera: il lavoro descrive come sia possibile riconoscerle e valorizzare i prodotti commerciali puri.

    Towards a universal molecular approach for the quality control of new foodstuff

    A. Galimberti, A.Sandionigi, A.Bruno, I. Bruni, M. Barbuto, M. Casiraghi, M. Labra
    Il lavoro descrive le tecnologie molecolari come metodi per la valorizzazione dei prodotti alimentari di qualità e lo studio della purezza.

    A DNA barcoding approach for identifying species in Amazonian traditional medicine: The case of Piri-Piri

    V. Mezzasa, I.Bruni, D. Fontana, A. Galimberti, C.Magoni, M. Labra
    Sfruttando il DNA barcoding è stato possibile identificare correttamente le specie di peperoncino Piri-Piri, confermando l’affidabilità della tecnologia per preservare l’identità genetica delle specie.

    A DNA barcoding approach to identify plant species in multiflower honey. Food chemistry.

    I. Bruni, A. Galimberti, L.Carid, D. Scaccabarozzi, F. De Mattia, M. Casiraghi, M . Labra.
    Il miele è un prodotto costituito da piante diverse, alcune anche caratterizzate da una tipicità regionale. Identificando quattro mieli diversi è stato possibile verificare come il DNA barcoding sia uno strumento adatto alla caratterizzazione del prodotto.

    DNA barcoding for minor crops and food traceability. Advances in Agriculture.

    A. Galimberti, M. Labra, A. Sandionigi, A. Bruno, V. Mezzasalma , F. De Mattia .
    I vantaggi dell’utilizzo del DNA barcoding per caratterizzare i raccolti, oltre alle applicazioni nella filiera alimentare per garantire la tracciabilità degli alimenti.

Visita il sito fem2ambiente.com per visualizzare l’elenco completo dei nostri progetti e pubblicazioni

L'identificazione genetica può aiutarti a aumentare la qualità e la sicurezza dei tuoi prodotti e a proteggerti da frodi e contraffazioni.

Contattaci per un preventivo gratuito o per avere maggiori informazioni sul nostro servizio!

info@fem2ambiente.com
+39 02 6448 3394

Nome (richiesto)

E-mail (richiesto)

Azienda (richiesto)

Telefono

Oggetto

Il tuo messaggio (richiesto)